Menu
Carrello

RCE VARY-VOLT 3500 220-230-240-250 V - 3500 VA - Made In Italy

RCE VARY-VOLT 3500 220-230-240-250 V - 3500 VA - Made In Italy
Esaurito
RCE VARY-VOLT 3500 220-230-240-250 V - 3500 VA - Made In Italy
  • Disponibilità: Esaurito
  • Peso: 15.00kg
Articolo visto: 4586
97,60€
Imponibile: 80,00€

Condividi:


RCE VARY-VOLT 3500 per tensione di rete di 3.500 VA di potenza (3.500 Watt con carico resistivo), con 4 prese a 220, 230, 240 e 250 Volt 50-60 Hz.
Particolarmente utile quando la tensione di rete è molto alta o molto bassa.
Esso consente ad esempio di ridurre una tensione di rete di 250 V fino a 220 V, collegando l'entrata alla presa 250 V e prelevando l'uscita alla tensione desiderata (240, 230 o 220 V).
La tensione di uscita è proporzionale alla tensione di entrata, quindi VARY-VOLT può essere utilizzato anche per aumentare la tensione fino al 14% massimo. Ad esempio se la tensione di rete è 200 V, collegando l'entrata a 220 V si otterrà sulla presa 250 V la tensione di uscita di 228 V.
Idoneo per forniture di energia di 3 kW nominali. Inserito all'uscita del contatore dell'energia elettrica alimenterà tutte le utenze alla tesione scelta.
RCE VARY-VOLT 3500 è progettato per servizio continuo ed ha un elevato rendimento.

Caratteristiche tecniche:
Tensione di entrata o di uscita: 220, 230, 240, 250 V
Potenza massima: 3.500 VA
Frequenza: 50 o 60 Hz
Consumo a vuoto: 20 W
Rendimento a pieno carico: 98%
Dimensioni nucleo: 150 x 125 x 80 mmc (l x a x p)
Ingombro comprese morsettier: 150 x 170 x 155 mmc (l x a x p)
Peso Kg. 10,750

PRODOTTO MADE IN ITALY


PROTEGGERSI DA GUASTI PROVOCATI DALLA RETE ELETTRICA

VERIFICATE SE LA TENSIONE DI RETE E’ TROPPO ALTA O TROPPO BASSA

La tensione della rete elettrica in Europa deve essere 230 V a 50 Hz.

La tolleranza ammessa dalle norme è del 10% in più o in meno; ciò significa che la tensione può variare tra 207 V e 253 V pur restando nei limiti della norma.

Per garantire il funzionamento sicuro e duraturo di lampadine ed elettrodomestici la tensione di rete non dovrebbe discostarsi molto dal valore di 230 V. Un intervallo ragionevole potrebbe essere da 220 a 240 V. La tolleranza ammessa dalle norme europee è quindi eccessiva.

Nella maggior parte dei casi la tensione fornita dalla rete elettrica si discosta poco dal valore nominale di 230 V, ma in alcune zone, ove le linee elettriche sono inadeguate, la tolleranza ammessa dalle norme viene effettivamente utilizzata tutta e a volte anche superata. Ci sono quindi forniture elettriche a tensioni effettivamente molto alte o molto basse, che raggiungono o sono superiori a 253 V o che raggiungono o sono inferiori a 207 V.

Va sottolineato inoltre che a questi valori di tensione estremi si sommano variazioni di breve durata, dette transitori, che possono portare la tensione assolutamente oltre ogni ragionevole valore.

Le conseguenze di queste tensioni di rete estreme sono diverse in caso di tensione alta o di tensione bassa.

In caso di tensione troppo alta si verifica un aumento dei consumi e possono verificarsi rotture di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Le lampadine durano molto meno, televisori, elettrodomestici, alimentatori, caricabatterie, ecc. si rompono inaspettatamente, altri apparecchi si surriscaldano pericolosamente.

In caso di tensione troppo bassa in genere non si verificano rotture di apparecchi ma alcuni di essi possono non funzionare correttamente.

Bisogna quindi fare molta attenzione al valore della tensione di rete elettrica accertandosi che non si discosti molto da 230 V e soprattutto che la tensione non sia troppo alta.

Il misuratore di consumo PM600 della RCE è un ottimo strumento per verificare il valore della tensione di rete. Annotare la tensione misurata in diversi orari nel corso di qualche giorno. Se si riscontrano valori molto alti bisogna correre ai ripari.

Un primo tentativo si può fare inoltrando un reclamo all’ente fornitore dell’energia elettrica, chiedendo che sia modificata la tensione, ma spesso non si ottiene alcun risultato.

Non resta che difendersi da se, Inserendo all’uscita del contatore elettrico un VARY-VOLT RCE.

 

 

VARY-VOLT RCE

La RCE, per risolvere il problema della tensione di rete elettrica troppo alta o troppo bassa, ha realizzato la gamma di variatori di tensione VARY-VOLT.

VARY-VOLT RCE è grado di modificare il valore della tensione diminuendola fino al 12 % o aumentandola fino al 14 %.

Ad esempio se la tensione di rete è di 250 V il VARY-VOLT RCE può riportarla a 230 V o anche a 220 V, e viceversa se la tensione di rete è 202 V può riportarla a 220V o anche a 230 V.

“VARY-VOLT RCE E’ PRODOTTO INTERAMENTE IN ITALIA”

Il VARY-VOLT RCE è un apparecchio estremamente robusto, non ha parti elettroniche, non può rompersi per brevi sovratensioni o sovraccarichi.

Il VARY-VOLT RCE è disponibile per impianti elettrici di potenza nominale 3 kW o 4,5 kW. A richiesta può essere fornito anche per potenze superiori.

Caratteristiche tecniche

VARY-VOLT 3500 - Potenza nominale 3 kW, potenza massima 3.500 VA

VARY-VOLT 5000 - Potenza nominale 4,5 kW, potenza massima 5.000 VA

Altre caratteristiche

Incremento di tensione in passi di circa il 5% fino al massimo del 14%

Diminuzione di tensione in passi di circa il 4% fino al massimo del 12%

L’installazione del VARY-VOLT RCE deve essere effettuata da personale qualificato.

Le variazioni richieste di tensione si ottengono collegando l’entrata e l’uscita della tensione di rete ai diversi morsetti del VARY-VOLT.

Per variare il rapporto di tensioni occorre cambiare i collegamenti ai morsetti del VARY-VOLT.

Scrivi una recensione
Nota: Il codice HTML non viene tradotto!
Negativo Positivo

Spesso comprati insieme

RCE VARY-VOLT 5000 220-230-240-250 V - 5000 VA - Made In Italy
Esaurito
RCE VARY-VOLT 5000 per tensione di rete di 5.000 VA di potenza (5.000 Watt con carico resistivo), con 4 prese a 220, 230, 240 e 250 Volt 50-60 Hz. Pa..
146,40€ Imponibile:120,00€